Senza titolo-1 - page 3

OR
Operating Room DIVISION
L'aumento delle richieste di una committenza sempre più esigente
in termini di tecnologie, prestazioni, sicurezza, affidabilità e comfort,
ha determinato la necessità di una profonda integrazione e dialogo
fra tutte le figure che intervengono nella realizzazione di un reparto
ospedaliero, partendo dal progetto architettonico ed impiantistico,
fino alla scelta degli elettromedicali più idonei ed alla produzione di
attrezzature tecniche e di tutti gli arredi e delle finiture.
Solo una visione complessiva di tutte le fasi progettuali ed esecutive,
che riesce a riunire in un unico staff le competenze necessarie per
affrontare l'intero appalto con l'adozione di un metodo “condiviso ed
interattivo” tra tutti gli “attori”, permette di ottenere prestazioni
globali assolutamente certe: superiori per razionalizzazione,
risparmio, efficienza e soddisfazione dell'utilizzatore finale.
Questo metodo, che parte da quella che è ormai riconosciuta come
“progettazione integrata” (con evidenti vantaggi per un reparto
particolarmente delicato e critico come il Blocco Operatorio, cuore
di ogni ospedale) considera ogni ambiente ospedaliero come un
“organismo”, dove le interazioni tra le varie parti (struttura,
architettura, impianti, finiture, arredi…etc…) si influenzano l'una con
l'altra determinando le singole scelte, così che attraverso livelli di
dettaglio sempre maggiori si arriva alla realizzazione finale con
soluzioni integrate ottimali sotto tutti gli aspetti.
Il tutto, quindi non è più la semplice somma delle parti, ma è
qualcosa di molto più complesso ed evoluto, rispondendo ad una
completa interconnessione ed armonia tra aspetti organizzativi,
tecnologici ed estetici.
1,2 4,5,6,7,8,9,10,11,12,13,...20
Powered by FlippingBook